Luglio 2, 2020

Il corallo di Alghero

By on Marzo 15, 2019 0 231 Views

La città di Alghero fa da sempre rima con il Corallium Rubrum, il famosissimo Corallo Rosso. Si tratta di un elemento da sempre importante per l’economia sarda e per la città di Alghero. Storicamente raccolto e lavorato per la realizzazione di piccole e grandi opere d’arte, ancora oggi la gestione di questa sorprendente materia prima richiede attenzione e professionalità.
Un tour alla scoperta delle antiche botteghe artigianali consentirà di conoscere a fondo il corallo e le sue tradizioni, ma soprattutto le tecniche di lavorazione. Genericamente possiamo dire che gli stili di lavorazione sono almeno due: la lavorazione a liscio e l’incisione. Con la lavorazione liscia si possono creare piccole meraviglie: orecchini, anelli, ciondoli, oggetti di vario genere, semplici e preziosi, ma è con l’incisione che l’artigiano ha la possibilità di esprimere la propria creatività. Non è un caso che i pezzi di corallo lavorati secondo la tecnica dell’incisione siano unici ed inimitabili.
Da segnalare che in città il corallo è commercializzato da punti vendita che garantiscono la qualità del prodotto. Le botteghe che dispongono del Marchio di Qualità possono infatti fornire dati specifici sul corallo usato e indirizzare con precisione il cliente nell’acquisto.

In città è possibile inoltre ammirare il Museo del Corallo ospitato all’interno di una bella villa Liberty, in Via XX Settembre, 8: al suo interno si racconta la storia di questo prezioso elemento e del nostro Mare Mediterraneo. Il museo è aperto dal lunedì alla domenica (10.30 – 13.00 e 17.00 – 19.30)

Leave a comment